GustosaMente

Progetto GustosaMente

Dove il bello pacifica spirito e corpo


L’obiettivo di GustosaMente è di progettare eventi nei quali  le opere dell’intelletto si associano a invenzioni culinarie in una prospettiva antropologica che favorisca la socializzazione e il benessere interiore.

Sul sito ospiteremo sia recensioni di opere di autori che ricette culinarie (antipasti, primi, secondi, dolci, bevande, confetture, ecc.)  corredate di componenti descrittive liberamente scelte, che esaltino i significati sottesi al prodotto culinario o alle materie impiegate per ottenerlo: ricordi, episodi, aneddoti, esperienze, collegamenti semantici, riferimenti al territorio.

In sede di presentazione, gli autori delle opere e delle ricette offriranno al pubblico intervenuto saggi e assaggi del loro ingegno. Il pubblico condividerà le proprie impressioni e alla fine, sul sito, sarà pubblicato un resoconto dell’evento.

Gli eventi si svolgeranno a numero chiuso di partecipanti (da un minimo di 20 a un massimo di 50). La partecipazione potrà essere a titolo gratuito o con la corresponsione di una quota variabile che potrà comprendere il diritto a ricevere una copia del libro presentato durante l’evento.

Chi ha ricette e narrazioni da proporre può inviarle al vaglio della Compagnia dell’Armanac, a segreteria@armanac.it, corredate di un breve curriculum (max 3 righe) . Se approvate saranno pubblicate sul sito ed eventualmente in volume, nonché pubblicizzate su Facebook.

Cosa facciamo

La Compagnia dell'Armanàc si propone come piccolo laboratorio aperto di idee per la valorizzazione della cultura locale, del territorio santhiatese, vercellese, piemontese in genere. Non senza attenzione per gli spunti provenienti da "altre" culture, da "altre" conoscenze, convinti che l'incontro e lo scambio arricchiscono e contribuiscono alla pacificazione. E' così che organizziamo serate con proiezioni di documentari, mostre fotografiche, presentazioni di autori e di opere, eventi musicali, camminate in mezzo al paesaggio con visite a siti e luoghi di interesse antropologico. Realizziamo cortometraggi e in alcuni casi pubblichiamo libri. Crediamo nell'"estetica dell'etica" e per questo ci siamo iscritti a Libera, l'associazione di don Ciotti che si batte contro le mafie.