Iscriviti

Entrare a far parte della nostra associazione significa innanzitutto credere nel volontariato culturale. Vale a dire che si attribuisce un valore etico e pedagogico all’impegno per una elaborazione culturale ( “cultura” intesa nel suo senso più ampio) che abbia come obiettivo la crescita morale della società conseguita mediante l’attenzione a quanto le proprie risorse umane possono esprimere.

L’associazione intende quindi offrire un servizio fatto di coordinamento di iniziative nei campi più svariati, di comunicazione, di lavoro in rete, stimolo, progettazione e proposizione, con uno stile aperto e disponibile all’ascolto delle diverse voci presenti al suo interno o che si propongono dall’esterno.

Aderire alla Compagnia dell’Armanàc implica quindi acquisire un atteggiamento di fondo che già di per sé genera cultura positiva e consente di dare forza alla propria presenza sul territorio.
La tessera costa soltanto dieci euro.

Per iscriverti scarica e restituisci il modello compilato a info@armanac.it dopo aver versato l’importo di 10 euro direttamente all’associazione durante gli incontri in Biblioteca a Santhià il martedì sera oppure versandolo sul conto corrente di Banca Sella n. 053860190910, ABI 03268, CAB 44779, CIN F o inviando un assegno intestato a Compagnia dell’Armanac, 13048 Santhià, Via Mucrone 11.

Scarica il modello di richiesta iscrizione e informativa sulla privacy

Scarica e leggi lo Statuto completo

Cosa facciamo

La Compagnia dell'Armanàc si propone come piccolo laboratorio aperto di idee per la valorizzazione della cultura locale, del territorio santhiatese, vercellese, piemontese in genere. Non senza attenzione per gli spunti provenienti da "altre" culture, da "altre" conoscenze, convinti che l'incontro e lo scambio arricchiscono e contribuiscono alla pacificazione. E' così che organizziamo serate con proiezioni di documentari, mostre fotografiche, presentazioni di autori e di opere, eventi musicali, camminate in mezzo al paesaggio con visite a siti e luoghi di interesse antropologico. Realizziamo cortometraggi e in alcuni casi pubblichiamo libri. Crediamo nell'"estetica dell'etica" e per questo ci siamo iscritti a Libera, l'associazione di don Ciotti che si batte contro le mafie.