INIZIATIVE SOLIDALI

La nota situazione rende impossibile l’attività della nostra associazione che per l’anno in corso aveva in programma numerose serate in biblioteca, presentazione di libri e anche qualche uscita fuori porta.
Non abbiamo neppure fatto in tempo a convocare l’assemblea annuale e avviare la campagna tesseramento. Se ne riparlerà in autunno, speriamo.
MA NON PER QUESTO VOGLIAMO STARE CON LE MANI IN MANO !
All’attivo, abbiamo 1.751,50 euro, frutto dei tesseramenti e qualche altra iniziativa e destinati eventualmente a rimborsi spese o riconoscimenti a relatori esterni. Nel 2019 non abbiamo praticamente avuto spese, se si eccettuano quelle bancarie.
Penso, in accordo con i consiglieri, che non sia giusto lasciare questa somma  ammuffire interamente in banca quando corre un’emergenza come questa.
Pensiamo, anzi, che tutte le associazioni santhiatesi potrebbero fare qualcosa, come alcune già hanno fatto. Invitiamo le altre a seguire questi esempi.
DAL CANTO NOSTRO ABBIAMO PENSATO A 2 INIZIATIVE:
1. VERSEREMO EURO 500 SUL CONTO DEL PROGETTO COMUNALE “Da famiglia a una famiglia” che manifesta un forte bisogno di fondi, e in segno di gratitudine verso l’Amministrazione Comunale che ci mette a disposizione la Biblioteca.
2. Avviamo una campagna di tesseramento online I CUI PROVENTI SARANNO INTERAMENTE DEVOLUTI ALL’ASL DI VERCELLI, in segno di riconoscimento verso tutti i sanitari e gli operatori che danno l’anima in questi giorni per la nostra salute.
COME FARE?
Un semplice bonifico online di euro 10 (dieci) con causale: “Tesseramento Armanàc 2020 + proprio indirizzo email”   intestato a COMPAGNIA DELL’ARMANAC sul seguente IBAN: IT54Z0609044770000053005344 (copiare e incollare!) – Biverbanca di Santhià
E’ fondamentale scrivere correttamente il proprio indirizzo email perchè così vi manderemo la tessera e il resoconto dell’operazione.
SIAMO SOLIDALI, nel nostro piccolo contribuiamo a sentirci più uniti e grati a chi lavora per noi e insieme DIAMO FORZA ALLA COMPAGNIA DELL’ARMANAC CON LA NOSTRA ADESIONE! (anche il presidente versa la sua quota, in questo caso tripla per incoraggiamento)

L’operazione si chiude SABATO 11 APRILE.
Non aspettare, non dimenticarti, provvedi subito!

Grazie e Auguri per tutto!
Il Presidente
Luigi Zai
Share

La Passione di Sordevolo a Santhià

Martedi’ 21 Gennaio, ore 21 – Santhià, Biblioteca comunale

Uno spettacolo di teatro corale popolare più che sacra rappresentazione, una manifestazione unica al mondo per le sue dimensioni e per la quantità di repliche che, dopo cinque anni, torna a proporsi al pubblico nazionale e internazionale.
E’ un’occasione per il piccolo centro di Sordevolo adagiato nelle prealpi biellesi di allargare l’interesse alle sue notevoli risorse culturali e paesaggistiche. Anche per questa operazione di promozione è stata redatto un  volume illustrato a metà tra il saggio e la guida, con ampia trattazione della storia della Passione, le cui origini risalgono al Quattrocento e che si replica con una certa continuità dall’Ottocento, nonché del complesso e curioso iter che porta alla sua messa in scena. Ampio spazio è riservato alla descrizione di architetture, storia, tradizioni, specialità culinarie di un territorio, quello di Sordevolo, da rivalutare, considerato che in passato fu oggetto di un importante flusso di soggiorni estivi, al punto che, nella prima metà del secolo scorso, era meta di vacanza da parte di insigni figure della cultura italiana, come Benedetto Croce, Cesare Pavese, Leone Ginzburg, Norberto Bobbio, Lalla Romano, l’editore Frassinelli e altri. Questo gruppo di intellettuali antifascisti, negli anni Trenta e Quaranta, si davano appuntamento presso la Villa delle Punte, appartenente al poeta e politico Franco Antonicelli, costituendo un “collettivo spirituale e morale”, baluardo delle coscienze in tempi difficili.

La guida, edita da Botalla di Biella (“Sordevolo, dove la Passione opera”, cm. 22×22, pagg. 216, 20 euro, con abstract in lingua inglese) è stata curata dalla giornalista torinese, esperta di arte e storia, Carla Gutermann e redatta nella sezione antropologica da Luigi Zai, mentre la parte più consistente, relativa alla descrizione del territorio, da Marco Roggero, entrambi santhiatesi, anche se da poco emigrati in area biellese. Le 250 fotografie sono opera di dieci fotografi, anche se la maggior parte scattate da Marco Roggero, mentre quelle relative allo spettacolo dallo studio Perini.

A Santhià, come presto in altri centri del Piemonte, verrà raccontata. anche con l’ausilio di immagini, la Passione nei suoi aspetti più sensazionali e anche curiosi, la complessa macchina organizzativa, il casting, il back stage e soprattutto lo speciale “microclima” che coinvolge l’intera comunità in una sorta di fusione e quindi di ricostituzione di ruoli e appartenenze che fanno di questa rappresentazione corale davvero un fenomeno socio-antropologico che si riscontra solo in minima parte e per breve periodo in altre manifestazioni tradizionali della Penisola.
Il tutto in vista di ritrovarci ad assistere allo spettacolo nel corso di una delle trentasei repliche, comprendendo le quattro recitate dai bambini e magari di soffermarci ad apprezzare la bellezza e la tranquillità che avvolge il borgo e il paesaggio sordevolese.

Al termine ci saluteremo con un brindisi.

Share

Niveo Souvenir in biblioteca

MARTEDI’ 14 GENNAIO, ORE 21 – SANTHIA’, BIBLIOTECA COMUNALE
Ivan Grasso e Massimiliano Bertolotti presentano la loro Graphic Novel “Niveo Souvenir”.
Ivan Grasso, tronzanese poliedrico scrittore, pubblicista, collaboratore di varie testate, appassionato di fumetti, si è cimentato con una Graphic Novel che non mancherà di incuriosire e interessare non solo i fan di questo genere di letteratura. Approda alla biblioteca di Santhià presentando la graphic Novel “Niveo souvenir”. Insieme a lui il coautore Massimiliano Bertolotti, artista e illustratore affermato.

“Niveo Souvenir”, scritto da Ivan Grasso e illustrato da Massimiliano Bertolotti è un Graphic Novel che alterna momenti lievi e leggeri come fiocchi di neve a momenti gelidi e taglienti come lastre di ghiaccio. Una storia di fantascienza celata con una leggera velatura thriller e palesemente splatter. Un racconto in fondo dolceamaro di un padre e il suo bisogno di essere uomo.

La neve e il suo magnifico silenzio. Distesa che congela e protegge come una bianca e soave tintura, tutto sotto di essa dorme con sogni rossi nel cuore ma un fiocco di neve è unico quanto effimero Segue

Share

Giacomo Verri racconta

Martedì 10 dicembre, ore 21 – Santhià, Biblioteca Comunale: “Un altro candore”, ultimo libro di Giacomo Verri

Giacomo Verri, il raffinato narratore della Resistenza, torna a Santhià per presentare il suo terzo libro, dopo “Partigiano inverno” e “Racconti partigiani”. Un romanzo che, pur prendendo il via da vicende dalla guerra di Liberazione, accompagna  i personaggi sino alla soglia degli anni Novanta.
“Un altro candore”, è il titolo dell’opera, pubblicato da Nutrimenti. Come si legge sul sito dell’editore, si tratta di un’opera che racconta l’intimità quando non è ordinaria, sovverte le regole e dilaga oltre i confini. Un romanzo sospeso tra storia e finzione, un dedalo di vite annodate in un’unica trama che affonda le radici negli anni tempestosi e gravidi di futuro della Resistenza.
La storia si dipana dalla cittadina Segue
Share

Il Regno d’Italia fatto dai Borboni

MARTEDI’ 26 NOVEMBRE 2019, BIBLIOTECA COMUNALE
Conferenza divertente e stimolante su una possibile Italia diversa

Gianluigi De Marchi è uno scrittore vulcanico: esperto di finanza è autore di una quarantina di volumi che trattano l’argomento, salvo quando, voltandosi indietro, ha cominciato a sviluppare un pensiero critico e a dedicarsi alla narrativa. E questa svolta lo ha portato alla fantastoria, immaginando, insieme all’amico Francesco Femia, un esito rovesciato della spedizione dei Mille: e se Garibaldi fosse stato sconfitto sul Volturno? In effetti l’esito della battaglia fu incerto fino alla fine e per poco la storia italiana non ha preso un’altra direzione. Ma quale direzione?
Partendo da questa ipotesi, che è anche una provocazione, De Marchi intratterrà con gradevole spirito affabulatorio il pubblico della Biblioteca santhiatese, sintetizzando le pagine del suo ultimo libro “Il Regno Unito d’Italia” e cimentandosi nell’immaginare scenari diversi. Scenari neanche troppo fantastici dal momento che, si sa, la storia la scrivono i vincitori un po’ come a loro meglio aggrada, ma esistono documenti che De Marchi e il suo amico utilizzano per riscriverla un po’. Ad esempio, immaginano che il primo ministro a guidare un’Italia unita retta dai Borboni sia Segue

Share

RITROVARE SE STESSI

LIFE ALIGNMENT – Allineamento con la vita
MARTEDI’ 22 ottobre  ore 21, Biblioteca comunale

Una serata di introduzione al training possibile per riprendere in mano la propria vita. Lo slogan è “Un viaggio attraverso il buio per ritrovare la luce più splendente: te stesso”.
I relatori illustreranno un sistema che ci permette di trovare la nostra consapevolezza entrando in un contatto profondo con noi stessi. In modo semplice ed efficace è possibile trovare le vere cause dei nostri mal-esseri, disagi, sofferenze e ferite.
Dentro di noi vi sono tutte le risorse per poter guarire le nostre ferite e trasformare ciò che ci limita e che ci crea disagio, ritrovando la fiducia e l’amore per noi stessi e un nuovo equilibrio che ci porta concretamente beneficio nel quotidiano.
Durante la serata sarà messo in pratica un esempio concreto, una meditazione attiva per recuperare Segue
Share

L’odore del mare e la calibro 9

VENERDI’ 13 settembre  ore 21, Biblioteca comunale

Per la serie: Scrittrici alla ribalta, quando la letteratura si fa spettacolo

Adriana Dimasi presenta “L’odore del mare e la calibro 9”

Con settembre riprendono le attività culturali in biblioteca organizzate dalla Compagnia dell’Armanàc con il patrocinio del Comune e la collaborazione di Vobis.
La serata ospita una brillante e giovane scrittrice che insieme ad un nutrito staff darà vita a un gradevole intrattenimento non privo di spunti di riflessione.
Sarà così che, con il trasporto della musica e con le letture, l’autrice e il suo gruppo  porteranno gli spettatori in un mondo diverso, tutto da assaporare.
Il coraggio di fuggire e di ritrovarsi, la forza di lottare contro qualcosa più grande di se stessi.
Certe volte ci troviamo in cose che non avremmo mai pensato ci appartenessero.

Presenta l’autrice e il libro:  Franco Miele
Gli attori per le letture, in collaborazione con l’associazione ‘Gruppo arte e Cultura di Torino’, sono Alessandra Lepore e Daniele Benvenga.
Musiche : Stefano Vacchetta, Flavia Antonino e Andrea Ghirardato Segue

Share

Voci di donne

MARTEDI’ 4 GIUGNO ore 21, Biblioteca comunale
Scrittrici santhiatesi alla ribalta.

Che le donne leggano molto più degli uomini, è un dato noto. Che le donne amino maggiormente comunicare e quindi scrivere, anche questo lo sappiamo. Eppure è sempre una sorpresa quando scopriamo che qualche donna che conosciamo viene alla ribalta con la pubblicazione di un libro.

I libri purtroppo sono esseri incompresi e pochi sanno che invece possono essere compagni di viaggio e di consolazione. Le protagoniste della serata del 4 giugno lo sanno al punto che MILENA VALLERO, insegnante di lingua inglese alle superiori, ne ha fatto l’oggetto del suo romanzo fantastico per ragazzi, non a caso intitolate STELLE D’INCHIOSTRO.

SARA SALUSSOLIA, invece, una millennial vivace e creativa, ha riversato in versi, pubblicati nel volume intitolato “DRAGO”, tutte le sue riflessioni riguardanti il dramma di un rapporto perduto.

Entrambe hanno dimestichezza con le emozioni perchè entrambe sanno che senza emozioni la vita perde di gusto. DIAMO SPAZIO ALLA LORO VOCE,  Venite numerosi ad ascoltarle la sera di martedì 4 giugno. Per arricchirci, per consolarci, per stimolare Segue

Share

Groenlandia Magica

Martedì 14 febbraio, Santhià,  Biblioteca comunale, ore 21.

Serata fotografica offerta ai soci e amici della Compagnia dell’Armanàc dall’intrepido Marco Gabbin, ospite di trasmissioni televisive di rilievo, con Licia Colò su TV2000 tanto per citarne una.
Ingegnere astigiano trasferitosi ad Ivrea per ragioni di lavoro, Marco fin da bambino ha intrecciato la passione per la fotografia con quella per la montagna e l’esplorazione di nuovi spettacolari contesti paesaggistici d’alta quota, spesso dominati dai ghiacci.
Viaggia in tutto il mondo, sperimentando il trekking, l’alpinismo, la spedizione ciclistica, spingendosi in Pakistan, Nepal, Tibet, Ladakh, Perù, Bolivia, Patagonia, Alaska, Islanda e… Groenlandia.
Grazie a questo suo impegno, Segue
Share

Reportage fotografico

Gli scatti di Marco Roggero sul viaggio compiuto da numerosi santhiatesi in Terra Santa a cavallo del nuovo anno. Bellissime immagini da non perdere!

Share

Signor Sindaco, domani pioverà?

Davide Ferrari è un sindaco che è giunto al termine del suo secondo ciclo alla guida di Galliate, un centro di 16 mila abitanti in provincia di Novara e che ha deciso di raccontare la sua esperienza in un libro dai tratti esilaranti, per questo accattivante e accessibile a tutti, ma non per questo privo di una sistematica e seria riflessione su svariati argomenti di interesse pubblico e quotidiano.
Un libro prezioso quindi, per avvicinare il comune cittadino alla complessità della  gestione della cosa pubblica a livello locale.
Un libro che presenterà, dialogando con il collega santhiatese Angelo Cappuccio, ai cittadini santhiatesi per condividere la sua esperienza.
Lo spunto gli viene dalla marea di messaggi che riceve su Facebook e che spesso presentano elementi paradossali e comici.
“Dal primo giorno di mandato, ho cercato di creare un rapporto “speciale” con i miei Cittadini. – confida Davide Ferrari -  Da essi ho raccolto centinaia di messaggi, segnalazioni, richieste le più strampalate e sgrammaticate.”
Il libro è costituito da una decina di  capitoli che descrivono le vita quotidiana di un Sindaco alle prese con i suoi “leoni da tastiera”: Segue
Share

Una certa visione del mondo

MARTEDI’ 12 MARZO, ORE 21,00 BIBLIOTECA COMUNALE SANTHIA’

Michele Urru presenta una porzione della sua visione del mondo

Guardare le cose con occhi nuovi: è ciò che ci insegna a fare il socio e consigliere della Compagnia dell’Armanàc MICHELE URRU che finalmente abbiamo convinto a estrarre dai suoi archivi zeppi di immagini di ogni tipo una selezione riguardante (in questa prima serata) i nostri territori che, voglio ricordarlo, fanno parte di SLOWLAND PIEMONTE, quel comprensorio che attualmente ben 18 comuni, dalla “bassa” al Canavese e al biellese, intendono valorizzare.
“Cose a cui siamo abituati” verrebbe da dire, ma che, se viste con l’occhio del poeta, come in fondo è l’amico Michele, si rivelano in tutta la loro straordinaria bellezza. Non è che Michele inventi la realtà con il suo obiettivo fotografico, semplicemente la ferma nel momento giusto, secondo la prospettiva giusta in modo da esaltare quella bellezza che agli occhi del comune osservatore non si concede.
E allora tutti ad ammirare le inquadrature dal cielo (in un primo montaggio video di immagini) della nostra terra, quindi in un altro video le inquadrature dal basso, ma inseguendo il ciclo delle stagioni e osservando le meraviglie non solo di paesaggi, ma anche di piccoli dettagli.
Non mancherà di stupirci con questa proiezione sul grande schermo, molto più efficace rispetto a quanto si vede da quello di uno smartphone, e in una sequenza logica che consente di inanellare, insieme alle emozioni, anche buone riflessioni.
Non mancate!
Share

Indietro Voci meno recenti

Cosa facciamo

La Compagnia dell'Armanàc si propone come piccolo laboratorio aperto di idee per la valorizzazione della cultura locale, del territorio santhiatese, vercellese, piemontese in genere. Non senza attenzione per gli spunti provenienti da "altre" culture, da "altre" conoscenze, convinti che l'incontro e lo scambio arricchiscono e contribuiscono alla pacificazione. E' così che organizziamo serate con proiezioni di documentari, mostre fotografiche, presentazioni di autori e di opere, eventi musicali, camminate in mezzo al paesaggio con visite a siti e luoghi di interesse antropologico. Realizziamo cortometraggi e in alcuni casi pubblichiamo libri. Crediamo nell'"estetica dell'etica" e per questo ci siamo iscritti a Libera, l'associazione di don Ciotti che si batte contro le mafie.