Viaggio nelle canzoni di De Andrè

Martedì 6 novembre, alle ore 21, presso la Biblioteca Civica di Santhià, verrà presentato un interessante libro su De Andrè, intitolato “L’innocenza ricercata”, scritto da Stefano Galazzo, giovane insegnante di lettere di Cossato.
Come è già suggerito nel sottotitolo del libro, si tratta di “un viaggio nelle canzoni del grande cantautore genovese”. La tematica del viaggio è spesso presente nelle nostre iniziative, siano esse camminate siano esse presentazioni. Questa volta si viaggia attraverso la musica, grazie alle emozioni prodotte da canzoni eternamente suggestive. Non è solo un venire trasportati passivamente, ma è un movimento attivo stimolato dai suoni e dalle parole. Queste parole in De Andrè spesso sono organizzate a formulare domande, a cui il libro presentato cerca di dare una risposta. Stefano cerca di affrontare le canzoni per capire “se è ancora possibile, oggi, ritrovare l’innocenza, cioè il desiderio e la capacità di aprirsi alla vita, di abbracciarla con fiducia e speranza in tutte le sue manifestazioni”. Nessuna paura, non si parlerà di filosofia astratta oppure di massimi sistemi, ma si vuole parlare di De Andrè sotto una luce nuova, per avere la possibilità, quando lo si riascolterà, di adoperare orecchie diverse.
Sarà una serata di parole e note, infatti ad accompagnare Stefano ci sarà una cantante, Paola Matera, che proporrà alcune delle canzono citate nel corso di questo viaggio. Come si poteva parlare di De André senza l’esecuzione delle sue canzoni?
Siete tutti invitati martedì a partecipare all’incontro!
Vi aspettiamo numerosi.
Share

I commenti sono chiusi.

Cosa facciamo

La Compagnia dell'Armanàc si propone come piccolo laboratorio aperto di idee per la valorizzazione della cultura locale, del territorio santhiatese, vercellese, piemontese in genere. Non senza attenzione per gli spunti provenienti da "altre" culture, da "altre" conoscenze, convinti che l'incontro e lo scambio arricchiscono e contribuiscono alla pacificazione. E' così che organizziamo serate con proiezioni di documentari, mostre fotografiche, presentazioni di autori e di opere, eventi musicali, camminate in mezzo al paesaggio con visite a siti e luoghi di interesse antropologico. Realizziamo cortometraggi e in alcuni casi pubblichiamo libri. Crediamo nell'"estetica dell'etica" e per questo ci siamo iscritti a Libera, l'associazione di don Ciotti che si batte contro le mafie.