Aperitivo letterario

Sabato 28 maggio, alle ore 10.30, presso la Biblioteca Civica di Santhià, è in programma un aperitivo letterario organizzato dalle associazioni “Compagnia dell’Armanac” e “La Voce”. Protagonista dell’evento è Daniela Carlone, che ci parlerà del suo romanzo “Il sogno infranto” (sottotitolo “O l’integrazione possibile?). A seguire ci sarà un piccolo rinfresco.

Daniela Carlone è un’insegnante di pianoforte, teoria e solfeggio, originaria di Vercelli, attualmente residente a Sanremo. Il fatto di vivere a pochi chilometri dal confine con la Francia l’ha portata ad avvicinarsi in prima persona alla questione dei migranti. Attraverso il libro nato da queste esperienze Daniela Carlone ha cercato di “una voce a chi non ce l’aveva”, riflettendo che “se si conoscessero le loro vite, essi non avrebbero potuto più fare paura”.  Dalla viva voce dell’autrice avremo nuovi spunti sul tema dell’immigrazione, che viene descritto in modo chiaro e preciso all’interno del libro: questo ci porterà a fare delle riflessioni su un fenomeno attuale che, nel bene e nel male, interessa tutti quanti noi.

L’ingresso all’evento è libero e gratuito.

Share

I commenti sono chiusi.

Cosa facciamo

La Compagnia dell'Armanàc si propone come piccolo laboratorio aperto di idee per la valorizzazione della cultura locale, del territorio santhiatese, vercellese, piemontese in genere. Non senza attenzione per gli spunti provenienti da "altre" culture, da "altre" conoscenze, convinti che l'incontro e lo scambio arricchiscono e contribuiscono alla pacificazione. E' così che organizziamo serate con proiezioni di documentari, mostre fotografiche, presentazioni di autori e di opere, eventi musicali, camminate in mezzo al paesaggio con visite a siti e luoghi di interesse antropologico. Realizziamo cortometraggi e in alcuni casi pubblichiamo libri. Crediamo nell'"estetica dell'etica" e per questo ci siamo iscritti a Libera, l'associazione di don Ciotti che si batte contro le mafie.