10 anni con noi

La Compagnia dell’Armanàc festeggia i primi dieci anni di attività. E qual è il modo migliore per celebrare questo significativo traguardo? Ricordare a tutti quanto è stato fatto in questo decennio attraverso le locandine nate per promuovere ogni singolo evento.

L’associazione organizza infatti una mostra con tutte (o quasi) le locandine preparate in questi anni, che sarà visitabile dal 16 novembre al 6 dicembre presso la Biblioteca Civica di Santhià, durante gli orari di apertura.

Riprendendo in mano le diverse locandine, che sono circa 130, ci siamo resi conto di quanto è stato fatto, e non nascondiamo di essere orgogliosi dell’enorme lavoro svolto in questi anni. Crediamo (e speriamo che anche voi ne siate convinti) di aver realizzato qualcosa di buono per la nostra Città.

Attraverso le fotografie siamo andati dalla Valsesia al Madagascar, dal Nepal agli Stati Uniti, dalla Cina alle nostre risaie, dal Benin alla Svizzera, dal Mediterraneo all’Etiopia…

In ordine sparso abbiamo parlato di archeologia, birra, cibo, democrazia, eccetera (potremmo andare avanti fino alla zeta…).

Abbiamo camminato lungo le strade del nostro territorio giungendo a Viverone, Vettignè, Vercelli, Leri Cavour, San Damiano e tanti altri luoghi.

Abbiamo raccontato per immagini la nostra Santhià attraverso i nostri calendari.

Vi abbiamo mostrato le nostre fotografie attraverso mostre personali e collettive, ed abbiamo accolto le vostre nell’ambito dei concorsi fotografici.

Ci auguriamo che quando vedrete le locandine possiate dire: “Io questa serata non me la ricordo proprio!” – “Questa sì, invece!” – “Ma hanno parlato anche di questo?” – “Eravamo in tanti quel giorno a camminare, c’era un bel sole!” – “C’ero anch’io presente quella sera!” – “Mi ricordo quest’incontro, era di un noioso, ho sempre dormito…” (Beh, quest’ultima frase speriamo di no!).

Con questa esposizione cogliamo l’occasione per ringraziare tutti coloro che hanno partecipato ai diversi eventi, dimostrando nei nostri confronti interesse ed affetto. Senza di voi tutto questo non sarebbe stato possibile. Uno speciale ringraziamento va ai soci che hanno aderito (o stabilmente o anche saltuariamente) alla nostra Compagnia: senza il vostro piccolo contributo annuo anche le pur contenute spese sostenute per allestire le serate non sarebbero state coperte! Va da sé che rinnoviamo l’invito ad associarvi (il 2017 è alle porte… )!

Ringraziamo inoltre il Comune di Santhià, che ha sempre concesso l’utilizzo dei locali della biblioteca, patrocinando tutti gli eventi, nonché la Biblioteca e tutte le associazioni con le quali a vario titolo abbiamo collaborato in questi anni (non le citiamo per non dimenticarne nessuna).

Ci auguriamo di poter allestire una nuova mostra tra dieci anni: vorrebbe dire che l’associazione è ancora attiva e non si è ancora stancata di organizzare eventi per la nostra Città!

GRAZIE A TUTTI QUANTI.

Share

I commenti sono chiusi.

Cosa facciamo

La Compagnia dell'Armanàc si propone come piccolo laboratorio aperto di idee per la valorizzazione della cultura locale, del territorio santhiatese, vercellese, piemontese in genere. Non senza attenzione per gli spunti provenienti da "altre" culture, da "altre" conoscenze, convinti che l'incontro e lo scambio arricchiscono e contribuiscono alla pacificazione. E' così che organizziamo serate con proiezioni di documentari, mostre fotografiche, presentazioni di autori e di opere, eventi musicali, camminate in mezzo al paesaggio con visite a siti e luoghi di interesse antropologico. Realizziamo cortometraggi e in alcuni casi pubblichiamo libri. Crediamo nell'"estetica dell'etica" e per questo ci siamo iscritti a Libera, l'associazione di don Ciotti che si batte contro le mafie.