Convocazione assemblea straordinaria

Si riporta qui di seguito la convocazione per l’assemblea straordinaria della nostra associazione. Come sapete, a fine anno scade il mandato dell’attuale Consiglio Direttivo. Poiché si verificherà una variazione delle principali cariche, si ritiene necessario anticipare l’elezione del nuovo Direttivo in modo che nel corso dell’autunno possa avvenire lo scambio delle consegne e si possano pianificare in tempo le attività della primavera 2018. Il vecchio consiglio rimarrà comunque in carica fino al 31.12.2017, mentre quello nuovo sarà effettivo a partire dal 01.01.2018. Data l’importanza della convocazione, si prega vivamente di partecipare o di delegare.

La S.V. è invitata a partecipare all’assemblea straordinaria presso la Biblioteca Civica di Santhià, via Dante n. 4, in prima convocazione per il giorno 26 settembre 2017, alle ore 0.30. In caso di numero insufficiente, l’assemblea è indetta in seconda convocazione il giorno martedì 26 settembre 2017, alle ore 21.00, con il seguente ordine del giorno:

1. Elezione dei 5 membri del nuovo consiglio direttivo

2. Programmazione attività autunno 2017

3. Varie ed eventuali.

Si ricorda che potranno partecipare al voto assembleare soltanto coloro che alla suddetta data saranno in regola con la quota associativa 2017.

È ammessa una sola delega.

Share

I commenti sono chiusi.

Cosa facciamo

La Compagnia dell'Armanàc si propone come piccolo laboratorio aperto di idee per la valorizzazione della cultura locale, del territorio santhiatese, vercellese, piemontese in genere. Non senza attenzione per gli spunti provenienti da "altre" culture, da "altre" conoscenze, convinti che l'incontro e lo scambio arricchiscono e contribuiscono alla pacificazione. E' così che organizziamo serate con proiezioni di documentari, mostre fotografiche, presentazioni di autori e di opere, eventi musicali, camminate in mezzo al paesaggio con visite a siti e luoghi di interesse antropologico. Realizziamo cortometraggi e in alcuni casi pubblichiamo libri. Crediamo nell'"estetica dell'etica" e per questo ci siamo iscritti a Libera, l'associazione di don Ciotti che si batte contro le mafie.