EFFIMERE di Aldo Barosso

Biblioteca di Santhià, 10 Giugno, ore 21

Valentina Roberto intervista il cantautore che si esibisce dal vivo

A quattro anni di distanza dall’esordio con “Jack walks alone”, l’artista santhiatese lancia “Effimere”, romanzo più concept album e lo presenta ai santhiatesi con la Compagnia dell’Armanàc, intervistato da un altro talento emergente in campo giornalistico sul nostro territorio, Valentina Roberto.

Il cantautore ha già ricevuto l’attenzione dei media,in particolare de La Sesia e, il 1 giugno, de La Stampa. Così descrive la nuova fatica Valentina Roberto: “Si tratta a tutti gli effetti di un prodotto artistico tra il romanzo e la canzone d’autore, racconta della vita e della sua poesia, dei sogni più irraggiungibili e della realtà che li supera. Torino fa da sfondo alle vicende di personaggi lontani nel tempo ma legati da qualcosa di invisibile, fino a comporre un complesso quadro che confonde il sottile limite tra il sogno e la realtà”.

Autore dalla “sensibilità raffinatissima”, Barosso si ispira a De André, come esplicitamente indica il suo secondo album edito nel 2009 “Jack walks alone: un notturno per Faber”. Per saperne di più www.aldobarosso.com.

Share

I commenti sono chiusi.

Cosa facciamo

La Compagnia dell'Armanàc si propone come piccolo laboratorio aperto di idee per la valorizzazione della cultura locale, del territorio santhiatese, vercellese, piemontese in genere. Non senza attenzione per gli spunti provenienti da "altre" culture, da "altre" conoscenze, convinti che l'incontro e lo scambio arricchiscono e contribuiscono alla pacificazione. E' così che organizziamo serate con proiezioni di documentari, mostre fotografiche, presentazioni di autori e di opere, eventi musicali, camminate in mezzo al paesaggio con visite a siti e luoghi di interesse antropologico. Realizziamo cortometraggi e in alcuni casi pubblichiamo libri. Crediamo nell'"estetica dell'etica" e per questo ci siamo iscritti a Libera, l'associazione di don Ciotti che si batte contro le mafie.