In cammino tra paesaggi ed economie

Martedì 22 novembre, Santhià, Biblioteca Civica ore 21

In un documentario l’esperienza di GEMITO per un’economia al servizio dell’uomo e del territorio, con la presenza dei protagonisti.

GeMiTo è un viaggio a piedi di 39 giorni lungo l’ex triangolo industriale, alla scoperta di una terra tormentata dal boom economico e tuttavia ancora ricca di bellezza. Una terra che da mezzo secolo emette un “gemito” silente, ancora oggi troppo spesso ignorato. Un viaggio alla ricerca di persone che credono nel rispetto del territorio, eccezioni eccellenti che ci indicano concretamente la nuova economia da praticare.

Iniziato e concluso a Genova, dal 25 aprile al 2 giugno 2010, due date non casuali, GeMiTo è un viaggio cheunisce le persone attraverso il cammino, il paesaggio e le arti.

www.gemito.movimentolento.it
Bio-filmografia del regista
Riccardo Carnovalini, nato a La Spezia nel 1957, da oltre 30 anni compie lunghi viaggi a piedi in Italia e in Europa che racconta con fotografie e parole. E’ autore di testi e foto di una ventina di libri e di alcuni centinaia di reportage su riviste italiane e straniere. Per la RAI ha condotto trasmissioni di Radio Uno ed è intervenuto in programmi delle tre reti TV. Questa è la sua prima esperienza di regia e direzione di un film documentario. E’ stato attore protagonista nel documentario “CamminAmare Liguria”, finalista a Cinemambiente 2008, e io narrante per due documentari di Geo&Geo (RAI 3). Sta lavorando a un nuovo film che racconterà un viaggio a piedi
dalla Liguria alla Spagna per cambiare lo sguardo sull’handicap (il Cammino di Marcella).
Chi è interessato a presentare pubblicamente il film di GeMiTo, può rivolgersi a Riccardo Carnovalini, 338 9367211,
r.carnovalini@paesaggioitaliano.it
Share

I commenti sono chiusi.

Cosa facciamo

La Compagnia dell'Armanàc si propone come piccolo laboratorio aperto di idee per la valorizzazione della cultura locale, del territorio santhiatese, vercellese, piemontese in genere. Non senza attenzione per gli spunti provenienti da "altre" culture, da "altre" conoscenze, convinti che l'incontro e lo scambio arricchiscono e contribuiscono alla pacificazione. E' così che organizziamo serate con proiezioni di documentari, mostre fotografiche, presentazioni di autori e di opere, eventi musicali, camminate in mezzo al paesaggio con visite a siti e luoghi di interesse antropologico. Realizziamo cortometraggi e in alcuni casi pubblichiamo libri. Crediamo nell'"estetica dell'etica" e per questo ci siamo iscritti a Libera, l'associazione di don Ciotti che si batte contro le mafie.