Incontro con la fumettista Paola Camoriano

Martedì 23 maggio, alle ore 21, presso la Biblioteca Civica di Santhià, ci sarà un nuovo appuntamento organizzato dalla Compagnia dell’Armanac in collaborazione con La Voce e Vobis, e con il patrocinio del Comune di Santhià. Protagonista della serata sarà la disegnatrice Paola Camoriano, che presenterà la sua graphic novel di successo, “Il ritrovo degli inutili”.

Paola Camoriano, tronzanese residente a Vercelli è una fumettista ed illustratrice che ha curato numerosi lavori grafici ed è ormai affermata a livello nazionale. Dopo numerose esperienze nel mondo dei fumetti per diverse case editrici, l’artista esordisce nel nel mondo dei graphic novel, che la vede autrice sia delle illustrazioni che dei testi.

“Il ritrovo degli inutili” racconta la storia di Elettra, che vive in una piccola città e trascorre le sue giornate in una mansarda. In seguito alla morte dello zio Sornione, viene a conoscenza di un progetto lasciato incompiuto dal defunto parente: dalla volontà di portarlo a compimento con l’aiuto di alcuni amici si dipanano le vicende narrate e disegnate nel romanzo grafico.

L’opera è stata presentata in anteprima ad ottobre presso lo stand dell’editore Tunué in occasione del Lucca Comics 2016.

Per ulteriori informazioni su Paola Camoriano e sul suo romanzo grafico visitate i siti: http://www.paolacamoriano.com/sito/home.html; http://www.tunue.com/home/389-il-ritrovo-degli-inutili.html

Share

I commenti sono chiusi.

Cosa facciamo

La Compagnia dell'Armanàc si propone come piccolo laboratorio aperto di idee per la valorizzazione della cultura locale, del territorio santhiatese, vercellese, piemontese in genere. Non senza attenzione per gli spunti provenienti da "altre" culture, da "altre" conoscenze, convinti che l'incontro e lo scambio arricchiscono e contribuiscono alla pacificazione. E' così che organizziamo serate con proiezioni di documentari, mostre fotografiche, presentazioni di autori e di opere, eventi musicali, camminate in mezzo al paesaggio con visite a siti e luoghi di interesse antropologico. Realizziamo cortometraggi e in alcuni casi pubblichiamo libri. Crediamo nell'"estetica dell'etica" e per questo ci siamo iscritti a Libera, l'associazione di don Ciotti che si batte contro le mafie.