RITROVARE SE STESSI

LIFE ALIGNMENT – Allineamento con la vita
MARTEDI’ 22 ottobre  ore 21, Biblioteca comunale

Una serata di introduzione al training possibile per riprendere in mano la propria vita. Lo slogan è “Un viaggio attraverso il buio per ritrovare la luce più splendente: te stesso”.
I relatori illustreranno un sistema che ci permette di trovare la nostra consapevolezza entrando in un contatto profondo con noi stessi. In modo semplice ed efficace è possibile trovare le vere cause dei nostri mal-esseri, disagi, sofferenze e ferite.
Dentro di noi vi sono tutte le risorse per poter guarire le nostre ferite e trasformare ciò che ci limita e che ci crea disagio, ritrovando la fiducia e l’amore per noi stessi e un nuovo equilibrio che ci porta concretamente beneficio nel quotidiano.
Durante la serata sarà messo in pratica un esempio concreto, una meditazione attiva per recuperare il senso del nostro valore e quindi la fiducia in noi stessi.
La serata, sotto l’egida della Compagnia dell’Armanàc e di Vobis, è condotta da Michela Robbiano, operatrice certificata Life alignment e da Valter Celestino insegnante senior Life Alignment, dottore scienze motorie e pedagogia con indirizzo psico-motorio.
“Il Life Alignment – ci dice Michela Robbiano – è un sistema olistico che si prende cura della persona e di tutto ciò che la circonda. Considerato che il ben-essere interiore influenza il ben-essere fisico, succede che influenza tutti gli aspetti della vita.
Il sistema parte dalla constatazione che dentro di noi esistono le risorse per poter guarire le nostre ferite e trasformare ciò che ci limita e che ci crea disagio, ritrovando la fiducia e l’amore per noi stessi e un nuovo equilibrio di maggior ben-essere. Un lavoro che ci permette di allinearsi con la vita che vorremmo”, conclude Robbiano.
Share

I commenti sono chiusi.

Cosa facciamo

La Compagnia dell'Armanàc si propone come piccolo laboratorio aperto di idee per la valorizzazione della cultura locale, del territorio santhiatese, vercellese, piemontese in genere. Non senza attenzione per gli spunti provenienti da "altre" culture, da "altre" conoscenze, convinti che l'incontro e lo scambio arricchiscono e contribuiscono alla pacificazione. E' così che organizziamo serate con proiezioni di documentari, mostre fotografiche, presentazioni di autori e di opere, eventi musicali, camminate in mezzo al paesaggio con visite a siti e luoghi di interesse antropologico. Realizziamo cortometraggi e in alcuni casi pubblichiamo libri. Crediamo nell'"estetica dell'etica" e per questo ci siamo iscritti a Libera, l'associazione di don Ciotti che si batte contro le mafie.